Home Comunità Help a Friend, così due DJ sfamano centinaia di famiglie

Help a Friend, così due DJ sfamano centinaia di famiglie

35
0
Help a Friend

I DJ “veterani” Maurizio Bazan e Marco Buffa hanno trasformato il proprio hobby nel sistema di volontariato Help a Friend, che ha aiutato centinaia di famiglie nel 2020.

Da Kemton Park a Krugersdorp a Vanderbijlpark, gli specialisti del sound anni ’80 hanno organizzato donazioni di cibo, prodotti essenziali e sanitari per bambini sponsorizzati con giornate di streaming della propria musica.

Musica e volontariato per Help a Friend

Il progetto di Help a Friend è iniziato per sostenere gli amici dei due musicisti. “Molti dei nostri conoscenti sono DJ di professione”, spiega Bazan. “Molti amici stretti hanno perso il lavoro con il lockdown e abbiamo pensato di dar loro una mano. All’inizio è stata dura anche per noi, emotivamente. Sentivamo il bisogno di fare qualcosa per non sentirci rinchiusi in casa, e così abbiamo cominciato a fare streaming tutti i sabati, dalle 6 di sera a mezzanotte”.

Il 12 luglio, il duo ha trasmesso live un concerto casalingo organizzato da un collega, coinvolgendo il pubblico di tutto il Gauteng. Altri musicisti si sono presto uniti alla causa, organizzando uno streaming di 12 ore e altre attività parallele.

È così che un’iniziativa nata per aiutare i propri amici è presto cresciuta grazie alle donazioni di molti spettatori e sostenitori del volontariato. “Abbiamo iniziato a fare promozione sui social, e in poco tempo siamo riusciti a dar da mangiare a 2500 persone che hanno perso il lavoro quest’anno”, continua Buffa. “Ad agosto, abbiamo sfamato 330 persone per un mese a Krugersdorp. Abbiamo raccolto 6000 rand di donazioni e siamo riusciti ad aiutare una comunità di Roodekrans acquistando cibo nei mercati locali”.

Al ritmo di musica anni ’80, Help a Friend ha dato speranza a molte famiglie in difficoltà e istituzioni oberate dalla pandemia. A Vandelbijrpark, i due DJ italiani hanno donato cibo, pannolini e prodotti sanitari a Lochvaal Emfuleni Welfare.

“Aiutatevi a vicenda”

“Ottenere fondi in Sudafrica è incredibilmente complicato per chi ha davvero bisogno”, spiega Bazan. “Quel che abbiamo fatto noi è stato semplicemente raccogliere fondi e utilizzarli per chi ne aveva bisogno, senza chiedere troppi documenti o informazioni. Chiunque può fare lo stesso. Se conoscete qualcuno che ha bisogno di aiuto, aiutateli!”

“Prendete il telefono e chiamate qualcuno che non sentivate da tempo”, aggiunge Buffa. “Il volontariato non è solamente una questione economica, ma anche emotiva”.

Sostenete Help a Friend

Per sostenere Help a Friend, potete visitare la loro pagina Facebook.

Se invece volete rivedere live il duo Bazan-Buffa, che ha vivacizzato tanti sabati sera ai club italiani di Linbro Park e Bedfordview, potete seguire BazTheMan69 su Twitch o contattarli direttamente per organizzare una serata di beneficenza.

“Smetteremo mai di suonare?” conclude Buffa. “Non se c’è una buona ragione per continuare!”

Rispondi