Home In Sudafrica Covid-19 calamità nazionale, tutto quello che dovete sapere

Covid-19 calamità nazionale, tutto quello che dovete sapere

136
0

Il Presidente sudafricano Cyril Ramaphosa ha dichiarato lo stato di calamità nazionale per il Covid-19 in un toccante discorso in diretta nazionale la sera di domenica 15 marzo.

Ad oggi, in Sudafrica ci sono 63 casi di contagio da Covid-19, un numero contenuto grazie a drastiche misure preventive rafforzate dal decreto imposto domenica.

Italiani in Sudafrica, tutto quello che dobbiamo sapere

Le misure per gli italiani all’estero

Fonte: Ambasciata d’Italia a Pretoria

Il Governo italiano ha adottato nuove misure per il contenimento del virus Covid-19. Con i Decreti del presidente del Consiglio dei Ministri dell’8, 9 e 11 marzo 2020, le misure originariamente in vigore solo per alcune Regioni e Province sono state estese all’intero territorio nazionale e ulteriormente ampliate. In particolare:

1. È da evitare ogni spostamento non necessario di persone fisiche, tanto all’interno del territorio nazionale, quanto in entrata/uscita dal Paese. Eccezioni sono ammesse esclusivamente per comprovate ragioni di lavoro, salute o in casi di emergenza, dietro presentazione di un’autocertificazione (modulo). È consentito di fare ritorno al proprio domicilio/residenza.

2. Rimarranno chiusi i negozi, i ristoranti e i servizi alla persona fino al 25 marzo (ma i servizi essenziali come negozi di alimentari, farmacie, benzinai, banche restano garantiti). Eventi, spettacoli, competizioni sportive e ogni assembramento di persone in luoghi pubblici o aperti al pubblico. Scuole, università e musei sono temporaneamente chiusi.

3. È raccomandato mantenere sempre una distanza di almeno un metro dalle altre persone.

4. Non sono più previste zone rosse. Le regole sono applicate uniformemente in tutto il Paese e sono efficaci dalla data del 10 marzo e sino al 3 aprile.

Si tratta di misure impegnative sotto il profilo delle limitazioni personali e dell’impatto economico, ma necessarie alla tutela della salute pubblica, basate su valutazioni scientifiche e adottate seguendo il principio della massima prevenzione.

Indicazioni per i connazionali all’estero

Alla luce di tali disposizioni, si forniscono di seguito alcune specifiche indicazioni a beneficio dei connazionali all’estero e dell’utenza straniera:

  • i connazionali e i cittadini stranieri residenti/domiciliati in Italia e che si trovino attualmente all’estero, possono fare ingresso in Italia per rientrare al proprio domicilio, abitazione o residenza;
  • i connazionali e i cittadini stranieri residenti/domiciliati all’estero che si trovino in Italia, possono partire per rientrare al proprio domicilio, abitazione o residenza;
  • è consentito l’ingresso e l’uscita per comprovate esigenze lavorative (tale previsione copre anche i lavoratori transfrontalieri);
  • sono assolutamente da evitare gli spostamenti per motivi di turismo. Anche agli stranieri, una volta entrati sul territorio nazionale, si applicheranno le misure restrittive della libertà di movimento sull’intero territorio nazionale, salvo che per gli spostamenti motivati da comprovate esigenze lavorative o situazioni di necessità ovvero spostamenti per motivi di salute.

Al seguente link (http://www.salute.gov.it/portale/nuovocoronavirus/dettaglioFaqNuovoCoronavirus.jsp?lingua=italiano&id=228) sono disponibili ulteriori informazioni sotto forma di FAQ.

VISTI TURISTICI

Per quanto riguarda i visti per turismo, sono state adottate le seguenti misure straordinarie:

A) pratiche non ancora concluse con la stampa dello sticker visto: i richiedenti verranno contattati dall’Ambasciata o dall’outsourcer visti – VFS Global – e verrà loro prospettata la possibilità di riprogrammare il viaggio nel corso del prossimo semestre. A tal fine, i richiedenti dovranno inviare un nuovo itinerario di viaggio per le nuove date previste. I richiedenti che intendano invece rinunciare al viaggio, potranno ritirare la propria domanda di visto senza che ciò comporti un diniego per il richiedente, ma la percezione non verrà rimborsata.
B) pratiche già concluse con la stampa dello sticker visto: questa Ambasciata potrà valutare la possibilità di emettere nuovi visti Schengen di corto soggiorno alle seguenti condizioni: il visto già emesso ha validità dal 1° febbraio al 30 giugno 2020 e non è stato ancora utilizzato; il richiedente dimostra di aver posticipato – e non annullato – viaggi già prenotati e di non avere ottenuto rimborsi dagli operatori turistici italiani. Qualora ne ricorrano le condizioni e un nuovo visto venga emesso, al beneficiario non verrà richiesto di versare nuovamente il diritto per il visto.

SITUAZIONE PER I TURISTI ITALIANI O PROVENIENTI DALL’ITALIA

In caso di cancellazione del volo, rivolgersi alla compagnia aerea che ha emesso il biglietto o alle agenzie di viaggio/tour
operator.

Smart working all’Ambasciata:

Fonte: Ambasciata d’Italia a Pretoria

Alla luce delle misure annunciate dal Presidente del Sud Africa Cyril Ramaphosa per il contenimento della pandemia covid-19 (novel coronavirus), l’Ambasciata d’Italia introdurrà un sistema di lavoro agile (smart working) a partire da lunedì 16 marzo 2020 e fino a nuova comunicazione.

Saranno assicurati i servizi essenziali e l’assistenza consolare per le emergenze. Si invita pertanto l’utenza, in caso di necessità, a contattare prevalentemente via e-mail i seguenti indirizzi.

pretoria.emergenza@esteri.it
consolato.pretoria@esteri.it
pretoria.sleg2@esteri.it (Capo Cancelleria
Consolare) +27.64.768.3600
pretoria.sleg1@esteri.it (Capo
Ufficio Commerciale) +27.76.184.8192
pretoria.dhom@esteri.it (Vice Capo
Missione) +27.66.188.9415

NUMERO DI EMERGENZA (H24)

+27.82.781.5972 (disponibile
anche su whatsapp)

National Institute for
Communicable Diseases (NICD) sudafricano +27.60.012.3456 (numero whatsapp per info)

Prenota online:

Fonte: Ambasciata d’Italia a Pretoria

Nell’ottica di migliorare l’erogazione dei servizi all’utenza e di incentivare la dematerializzazione delle pratiche consolari, l’Ambasciata d’Italia ha attivato dal 18 marzo 2020 il sistema di prenotazione online degli appuntamenti per le due categorie:

– visti (L’Ambasciata non riceve direttamente, salvo casi straordinari, le domande di visto per l’Italia da parte di titiolari di passpaorto ordinario sudafricano. Talidomande vanno presentate tramite la società di outsourcing VFS – www.vfsglobal.com/Italy/Southafrica)

– servizi consolari

Prenota Online

Si raccomanda agli utenti, dopo aver prenotato l’appuntamento, di inviare tempestivamente una e-mail a consolato.pretoria@esteri.it per precisare le pratiche da svolgere e ricevere le informazioni necessarie e il modulo da compilare e firmare in anticipo. Ciò consentirà al connazionale di concludere in un unico appuntamento allo sportello la propria pratica.

Per le pratiche di cittadinanza si può continuare a utilizzare il portale ALI.

Numeri di emergenza:

I numeri di emergenza sono attivi negli orari di chiusura dell’Ambasciata e dei Consolati.

Si prega di utilizzare questi numeri esclusivamente per le emergenze di cittadini italiani, da utilizzarsi negli orari di chiusura degli uffici consolari e durante il fine settimana. Per domandare delle informazioni si può contattare direttamente, negli orari in cui sono in funzione (9-16 dal lunedì al giovedì, 9-13 venerdì, ora sudafricana), gli uffici competenti dell’Ambasciata (o dei Consolati, per i quali si può fare riferimento alle rispettive pagine web).

Ambasciata d’Italia a Pretoria

Funzionario di turno – Numero di emergenza

+27 82 781 5972 (dall’Italia e da altri Paesi esteri)

082 781 5972  (dal Sud Africa)

Il numero è attivo anche su whatsapp. Per facilitare le comunicazioni con il funzionario di turno della Sede, è stato creato l’indirizzo di posta elettronica pretoria.emergenza@esteri.it (si consiglia, prima di inviare una e-mail per segnalare un’emergenza, di allertare con una chiamata o un messaggio whatsapp).

Si ricorda che tanto il telefono di emergenza quanto l’email indicata sono riservate esclusivamente per le comunicazioni di emergenza.

L’Ambasciata a Pretoria è competente per la città di Pretoria in Sud Africa, e Lesotho, Madagascar, Mauritius e Namibia.

Consolato Generale d’Italia a Johannesburg

Funzionario di turno – Numero di emergenza

+27 82 854 4725

Il Consolato Generale a Johannesburg è competente per la città di Johannesburg, l’aeroporto O.R. Tambo, la rimanente Provincia del Gauteng (escusa la città di Pretoria), le Provincie del Kwa-Zulu Natal, Free State, Mpumalanga, Limpopo, North West.

Consolato d’Italia a Cape Town

Funzionario di turno – Numero di emergenza

+27 83 398 3010

Il Consolato a Cape Town è competente per la città di Cape Town e tutta la provincia del Western Cape, e quelle del Northern Cape e dell’Eastern Cape.

CONSOLATI ONORARI

SUD AFRICA

Consolato Onorario d’Italia DURBAN
Console Onorario: Costantino BUCCIMAZZA
Italian Club – 82 Fairway – Durban North
Tel.: +27 031 5645678
Fax: +27 031 5645678
Cell.: +27 083 4560131
E-mail: cbuccimazza@italyhoncondurban.co.za

Vice Consolato Onorario d’Italia a EAST LONDON
Vice Console Onorario: Enrico CONTARDO
117 Western Avenue, Vincent East, East London
P.O. Box 8144 – Nahoon, East London – 5210
Tel: +27 (0)43 726 9475
E-mail: contardo@cbmafrica.co.za

MADAGASCAR

Consolato Onorario d’Italia ad Antananarivo
Console Onorario: Michele FRANCHI
c/o Lantana Residence III F 7 Rue Andriba – Mahamasina Sud
101 Antananarivo
Tel. +261 (0)2022 225 54
Cell. +261 (0)34 41 451 47
E-mail: info@consolatoitaliatana.com

Consolato Onorario d’Italia a Nosy Be
Console Onorario: Claudio SIRAGUSA
c/o Hotel Marlin Club – Madirokely
B.P.205 – 207 Nosy Be
Tel. +261 32 07 127 64
Email: consolato.nosybe@gmail.com

MAURITIUS

Consolato Onorario d’Italia a Port Louis
Console Onorario: Stefano ZINNO
Rue Nicolson, Vacoas, Mauritius
Tel.: +230-6864233
Fax: +230-6975948
Cell: +230-52504355
E-mail: consolatoitalia@myt.mu

NAMIBIA

Corrispondente Consolare: Alessandro MICHELETTI
Tel. +264-81-3088570
E-mail: italynamibia@gmail.com

Altri numeri utili:

Centro Nazionale per le Malattie Trasmissibili (NICD): +27 (0) 800 029 999

Siti utili:

Viaggiare Sicuri: www.viaggiaresicuri.it

Farnesina: www.esteri.it/mae/it/sala_stampa/archivionotizie/approfondimenti/farnesina-al-lavoro-per-una-corretta-informazione-all-estero.html;

Ministero della Salute ITA: www.salute.gov.it/nuovocoronavirus

Protezione Civile: www.protezionecivile.gov.it

Coronavirus Update Live

Governo SA: www.gov.za/NovelCoronavirus

Ministero della Salute SA: www.health.gov.za

Le misure da adottare per prevenire il virus:

Di seguito, le misure emanate dal Presidente Ramaphosa:

Covid-19, le restrizioni di viaggio

Ecco tutte le restrizioni di viaggio emanate da Ramaphosa:

  • Prima di tutto, per limitare i contatti tra persone che potrebbero essere infettate e cittadini sudafricani, imponiamo un divieto di viaggio ai cittadini di nazioni ad alto rischio come l’Italia, l’Iran, la Corea del Sud, la Spagna, la Germania, gli USA, il Regno Unito e la cina dal 18 marzo 2020.
  • Abbiamo cancellato i visti ai visitatori provenienti dalle nazioni di cui sopra, e i visti emanati in precedenza sono ugualmente revocati.
  • È richiesto che tutti i cittadini sudafricani si trattengano da qualunque forma di viaggio verso o attraverso l’UE, gli USA, il Regno Unito e altri paesi ad alto rischio come la Cina, l’Iran e la Corea del Sud. Questa richiesta ha effetto immediato.
  • Il Governo continuerà a diffondere avvisi di viaggio con aggiornamenti regolari sui livelli di rischio in riferimento a città, nazioni o regioni specifiche.
  • I visti d’ingresso verranno negati a tutti i cittadini stranieri i quali abbiano visitato nazioni ad alto rischio negli ultimi 20 giorni.
  • I cittadini sudafricani di ritorno da nazioni ad alto rischio saranno sottoposti a test e auto-isolamento o quarantena al ritorno in Sudafrica.
  • I visitatori da nazioni a medio rischio – come Portogallo, Hong Kong e Singapore – dovranno sottoporsi a controlli intensivi.
  • Tutti i visitatori entrati in Sudafrica da nazioni ad alto rischio a partire da metà febbraio dovranno presentarsi per controlli medici.
  • Rafforzeremo le misure di sorveglianza, controllo e testing agli aereoporti internazionali OR Tambo, Cape Town e King Shaka.
  • Il Sudafrica ha 72 punti d’ingresso nel Paese, attraverso terra, mare e aereoporti. Dei 53 punti via terra, 35 saranno chiusi da lunedì 16 marzo. Due degli otto punti d’ingresso via mare saranno chiusi ai passeggeri e per cambi di personale.
  • Con effetto immediato, tutti i viaggi non essenziali per tutte le sfere amministrative al di fuori della repubblica sono vietati.
  • Inoltre, scoraggiamo tutti gli spostamenti interni che non siano essenziali, in particolare via aereo, treno, taxi e autobus.

Covid-19, scuole chiuse ed eventi pubblici cancellati

Ramaphosa ha anche annunciato misure speciali per il contenimento del virus nel Paese:

  • Saranno proibiti raduni con oltre 100 persone.
  • Saranno cancellati i festeggiamenti di massa per giornate nazionali in programma come Human Rights Day e altri eventi governativi di massa.
  • Per quanto riguarda raduni minori e irrevocabili, gli organizzatori dovranno mettere in atto misure stringenti di prevenzione e controllo.
  • Le scuole saranno chiuse da mercoledì 18 marzo e resteranno chiuse fin dopo il weekend di Pasqua. Per compensare, le vacanze del secondo quadrimestre saranno accorciate di una settimana.
  • Il Governo sta lavorando a stretto contatto con collegi, università e altre strutture pubbliche come il Parlamento, le prigioni, le stazioni di polizia e le strutture militari per rafforzare il controllo dell’igiene.
  • Le visite a tutti i servizi penitenziari sono sospese per 30 giorni con effetto immediato.

Rispondi