Home Business Recessione: gli effetti del load shedding sull’economia

Recessione: gli effetti del load shedding sull’economia

35
1
recessione

L’economia del Sudafrica è in calo per il secondo quadrimestre consecutivo. È quanto emerge dal report di Statistics SA sul Prodotto Interno Lordo (GDP) del Paese. Secondo i dati riportati, la decrescita si attesta all’1,4% a fine 2019, che segue la contrazione dello 0,8% nel terzo quadrimestre e dunque porta il Sudafrica in recessione tecnica (ovvero sei mesi consecutivi di decrescita). Nel 2019, la crescita totale è stimata a un marginale +0,2%.

Si tratta della terza recessione dal 1994, e segue di pochi mesi la crisi del 2018. Secondo gli economisti, i due anni in ribasso dipendono principalmente dall’incertezza causata dal load shedding e dal perenne stato di emergenza tra i vertici Eskom. Se gli effetti del load shedding sono evidenti nella quotidianità di tutti i sudafricani, sono ancora più dannosi per le imprese.

L’agricoltura a -7,6%

Ad avvertire il colpo più duro è il settore agroalimentare, in calo del 7,6%, anche a causa della lunga siccità che ha colpito il sudovest del Paese. L’industra dei trasporti e comunicazioni perde il 7,2%, seguita dal settore edile (-5,9%), quello energetico (-4,0%), il commercio (-3,8%) e il settore manifatturiero (-1,8%). In crescita solo servizi privati (0,7%), il settore minerario (1,8%) e quello finanziario (2,7%).

Ramaphosa: “la recessione non è una sorpresa”

Commentando i dati di Statistics SA, il Primo Ministro Cyril Ramaphosa ha affermato che la recessione “non è certo uno shock o una sorpresa, perchè i segnali erano evidenti e tutti noi abbiamo potuto vedere che cosa ha interrotto la crescita – il load shedding e l’impatto che ha sulla produzione”.

Durante lo State of the Nation Address (SONA), Ramaphosa aveva dichiarato: “Non possiamo aspettare e non prendere delle decisioni pratiche. Dobbiamo focalizzarci e concentrare i nostri sforzi sulle riforme che dobbiamo intraprendere e sulle iniziative che abbiamo annunciato. Per poter sperare di farcela, abbiamo bisogno di una fonte energetica affidabile e sostenibile. È per questo che stiamo implementando urgentemente un piano d’azione per il risanamento operativo e finanziario di Eskom”.

Come risolvere la crisi?

Ramaphosa guarda alla privatizzazione: “La trasmissione rimarrà dominio del Governo per definizione, ma per la generazione ci sono numerose forze in gioco che possono partecipare”.

1 COMMENT

Rispondi