Home Business AquAzzurra porta la sicurezza acquatica in Gauteng

AquAzzurra porta la sicurezza acquatica in Gauteng

30
0
aquazzurra

“Il Made in Italy non è solo rappresentato da auto di lusso e alta moda. Ma anche da un’attenzione al sociale, allo sport e alla cooperazione che non ha rivali globalmente”. Queste le parole di Mina Barbara Manoussakis, direttrice della fondazione AquAzzurra e promotrice dello sport come strumento di crescita ed emancipazione. AquAzzurra, che da oltre due anni si occupa di sicurezza acquatica nel Western Cape, ha presentato un progetto pilota per il Gauteng giovedì 30 gennaio all’Italian Club di Johannesburg.

AquAzzurra si presenta alle istituzioni

Alla presentazione erano presenti il Capo Missione dell’Ambasciata d’Italia a Pretoria Silvia Marrara e il Primo Segretario Alberto Rini, i rappresentanti del Com.It.Es. Salvatore Cristaudi e Stefano Vigoriti, il Presidente di Swimming South Africa Alan Fritz ed altri fuzionari della federazione, oltre a Pamina Bohrer della Camera di Commercio Italo-Sudafricana, che ha organizzato il lancio per promuovere le attività di AquAzzurra.

Un’eccellenza nel nuoto in Sudafrica

La direttrice Manoussakis ha presentato ai partner istituzionali italiani le diverse denominazioni della fondazione AquAzzurra. Tra queste, non solo la sicurezza acquatica, ma anche la lotta a droga, criminalità minorile e gravidanze adolescenziali. AquAzzurra ha infatti accolto la dichiarazione di Doha delle Nazioni Unite, la quale sostiene la prevenzione di criminalità e lo sviluppo sostenibile attraverso lo sport. Inoltre, alla non profit è associato il club AquaDolphin. Il club prepara atleti di livello internazionale e forma gli unici istruttori FINA (Federazione Internazionale Nuoto) in tutto il Sudafrica. I progetti di AquAzzurra, una fondazione in continuo sviluppo, hanno portato ad esplorare nuove discipline, come il nuoto sincronizzato, e nuove aree geografiche, espandendo appunto dal Western Cape al Gauteng.

Il progetto pilota in Gauteng

Il lancio del progetto pilota di AquAzzurra sulla sicurezza acquatica in Gauteng sarà nel 2020. A permetterne il successo, sarà non solo l’inestinguibile energia dei direttori della fondazione, ma anche il crescente interesse dei loro partner istituzionali, tra cui appunto la Camera di Commercio Italo-Sudafricana e l’Ambasciata d’Italia a Pretoria, e privati. Per maggiori informazioni e per sostenere la causa di AquAzzurra, potete visitare il sito www.aquadolphin.co.za.

Rispondi