Home In Sudafrica Il Ministro Fioramonti al Southern Africa Europe CEO Dialogue

Il Ministro Fioramonti al Southern Africa Europe CEO Dialogue

34
0
Southern Africa Europe CEO Dialogue
30 ottobre 2019: Il Ministro Fioramonti all'ICJ.

Quella della settimana scorsa è stata la prima visita ufficiale in Sudafrica di Lorenzo Fioramonti in veste di Ministro dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca. Professore ordinario alla University of Pretoria, Fioramonti è diventato vice-Ministro nel 2018 per poi prendere la guida del Ministero lo scorso settembre. Fioramonti ha partecipato il 29 e 30 ottobre al Southern Africa Europe CEO Dialogue, al Maslow Hotel di Johannesburg.

Il Southern Africa Europe CEO Dialogue

Il summit, organizzato dal think-tank italiano Forum Ambrosetti, è un appuntamento annuale per stakeholder internazionali e rappresentanti governativi africani. L’edizione di quest’anno ha avuto un valore geo-economico particolarmente importante, poichè l’uscita del Regno Unito dall’Unione Europea potrebbe cambiare le dinamiche commerciali mondiali.

“La Cina o la Russia non sono i migliori amici del Sudafrica per quanto riguarda gli IDE [investimenti diretti esteri, NdA], al contrario di quanto credano in molti. È di gran lunga l’UE”, ha commentato l’Ambasciatore UE a Pretoria Riina Kionka. L’Ambasciatore ha illustrato come gli investimenti esteri europei raggiungano nel Paese 1,4 trillioni di euro, “quasi l’equivalente del budget del Sudafrica per il 2019”.

L’opinione di Fioramonti

Incontrando la comunità italiana di Johannesburg all’Italian Club nella sera conclusiva del summit, il Ministro Fioramonti ha commentato: “Nei prossimi mesi, salvo ulteriori rinvii, ci troveremo di fronte a un’uscita della Gran Bretagna dall’Unione Europea. Mentre mi rammarico di questa cosa dal punto di vista umano, perchè ho tanti amici in Gran Bretagna che sono bravissime persone, però ritengo che sia una grande opportunità anche per l’Italia, per rafforzare le relazioni con quei paesi che fino ad ora avevano un rapporto privilegiato con la Gran Bretagna, e da domani cominceranno a cercare altri partner in Europa per restare legati al mercato unico dell’Unione Europea. Già si stanno muovendo i tedeschi, si muovono da tempo i francesi, dobbiamo recuperare questo svantaggio e fare in modo che l’Italia venga sempre più percepita come un punto di arrivo, un punto di aggancio anche strategico per gli interessi sudafricani e dell’Africa australe”.

Per vedere tutte le fotografie, accedere alla Gallery.

Mashaba, Makhura e Ramaphosa al summit

Simile il parere del sindaco uscente di Johannesburg Herman Mashaba e del Premier del Gauteng David Makhura, anch’essi presenti al Southern Africa Europe CEO Dialogue. Anche il Presidente sudafricano Cyril Ramaphosa è stato coinvolto nel summit. Ramaphosa ha infatti incontrato Piero Bressan della Garmont di Treviso a margine dell’incontro multilaterale. La Garmont ha donato attrezzatura specializzata ai duemila studenti della scuola Future Rangers a Timbavati. In questo modo, l’azienda indende supportare la lotta al bracconaggio e la tutela dei rinoceronti.

In crescita anche le relazioni scientifiche

Al termine del Southern Africa Europe CEO Dialogue, Fioramonti ha messo a confronto i rappresentanti istituzionali, la comunità scientifica italo-sudafricana e i rettori di alcune università italiane attraverso incontri in Gauteng e Western Province.

Rispondi