Home Sport Mondiale di rugby: gli Springboks schiacciano gli Azzurri

Mondiale di rugby: gli Springboks schiacciano gli Azzurri

15
0
Mondiale di Rugby
South Africa's Cheslin Kolbe scores a try during the Rugby World Cup Pool B game at Shizuoka Stadium Ecopa between South Africa and Italy, in Shizuoka, Japan, Friday, Oct. 4, 2019. (Kyodo News via AP) [CopyrightNotice: Copyright 2019 The Associated Press. All rights reserved]

Niente da fare per l’Italrugby: è una pesante sconfitta quella degli azzurri con il Sudafrica, un 49-3 nella terza partita del Mondiale di rugby che di fatto può costare l’uscita dell’Italia dalla competizione. L’ultima partita, il 12 ottobre, sarà contro la fortissima Nuova Zelanda.

Parisse: “Gli Springboks hanno fatto una grande gara”

“Lovotti ha capito subito di aver commesso un grave errore”. Il capitano dell’ Italrugby, Sergio Parisse, commenta così l’espulsione del pilone azzurro a inizio ripresa, anche a suo dire il punto di svolta del match perso col Sudafrica. Lovotti ha placcato al collo un avversario e ha lasciato gli azzurri in 14. “Avevamo iniziato bene la ripresa e riducendo le distanze avremmo messo qualche dubbio al Sudafrica. Ciò detto, gli Springboks hanno fatto una grande gara. Mi dispiace per Andrea, è ovviamente il più dispiaciuto di tutti, è terribile per lui e per la squadra quanto è successo ma imparerà da quello che è capitato oggi”.

“Prima del cartellino rosso stavamo soffrendo molto sui loro drive, non siamo riusciti a fermarli in questa fase del gioco”, ha spiegato poi Parisse”. In difesa siamo stati un po’ troppo alti in alcune situazioni, abbiamo permesso loro di muovere i palloni in avanzamento. Inoltre abbiamo concesso troppi falli che loro hanno sfruttato per avanzare con le maul dai nostri ventidue. Peraltro sapevamo che il Sudafrica non era quello battuto due anni fa a Firenze, gli Springboks giocano un grande rugby. Ora pensiamo alla Nuova Zelanda, sarà una gara ancora più impegnativa” ha concluso Parisse.

O’Shea: “Onoriamo il Mondiale di rugby”

“Sono distrutto, per i ragazzi e per tutta la squadra. Il Sudafrica è stato più forte. Sapevamo che per vincere tutto sarebbe dovuto andare al meglio per noi. Il cartellino rosso a Lovotti ha ucciso la gara. Non so cosa sia passato per la testa di Andrea ma so che è devastato per quanto è accaduto”. Così il ct dell’Italia, Conor O’Shea, dopo la sconfitta 49-3 con gli Springboks, che compromette il sogno di superare la fase a gironi del Mondiale di rugby. “Ci attendono 80′ contro la Nuova Zelanda, vogliamo onorare questa Coppa del Mondo sino alla fine” ha aggiunto O’Shea.

Fonte: Ansa

Rispondi