Home Nel Mondo Il Sudafrica chiude Ambasciata e Consolato in Nigeria

Il Sudafrica chiude Ambasciata e Consolato in Nigeria

51
0
Ambasciata Nigeria
epa07661192 President Cyril Ramaphosa (C) listens to the national anthem during the annual State of the Nation (SONA) address and opening of the national parliament in Cape Town, South Africa, 20 June 2019. EPA/KIM LUDBROOK / POOL

Il Sudafrica ha deciso di chiudere temporaneamente l’Ambasciata di Abuja e il Cosolato di Lagos in Nigeria. La sospensione dei servizi segue l’ondata xeonofoba contro i sudafricani nel Paese, a sua volta una rappresaglia per le violenze della settimana scorsa nel Gauteng.

“Dopo aver ricevuto segnalazioni e minacce da alcuni nigeriani, abbiamo deciso di chiudere temporaneamente per poter valutare la situazione”, ha commentato il portavoce degli esteri Lunga Ngqengelele. Secondo Ngqengelele, infatti, “un gruppo di persone è arrivato al consolato di Lagos e ha cercato di entrare a forza”. “È su questa base che abbiamo sentito la necessità di proteggere gli impiegati e chiuderlo”.

La Nigeria boicotta il World Economic Forum

In risposta alla chiusura dell’Ambasciata di Abuja, la Nigeria ha quindi deciso di boicottare il World Economic Forum. Il WEF è in atto a Cape Town dal 4 al 6 settembre.

“È evidente che in questo clima, il Ministro Osinbajo e il Presidente siano d’accordo a non essere presenti”, ha spiegato il Ministro degli Esteri nigeriano Geoffrey Onyeama. Il Ministro aveva già chiesto spiegazioni per “i continui attacchi che bruciano e svaligiano i negozi e la proprietà dei nigeriani, che non vengono tutelati dalla polizia”.

Anche il Rwanda e il Malawi hanno deciso di non assistere al World Economic Forum.

“Dobbiamo sedare questi atti violenti”, ha detto Ramaphosa in riferimento alle sommosse di lunedì e martedì scorso. “Il Sudafrica dev’essere un Paese dove tutti si sentono al sicuro”.

Rispondi