Home Nel Mondo A Severodvinsk il più grande incidente nucleare dopo Chernobyl

A Severodvinsk il più grande incidente nucleare dopo Chernobyl

12
0

La popolazione del villaggio siberiano di Nyonoksa, vicino a Severodvinsk, è evacuata a seguito di un drammatico incidente atomico che ha ucciso cinque ufficiali dell’agenzia nucleare Rosatom l’8 agosto. L’esplosione è avvenuta in una struttura navale sul Mar Bianco che testa i missili usati da sottomarini nucleari.

Secondo fonti ufficiali, gli ufficiali della centrale sono scomparsi in mare dopo l’esplosione, mentre stavano testando la “fonte di energia degli isotopi” in un missile.

Radiazioni “venti volte più alte del normale”

L’agenzia meteo Rosgidromet ha avvertito i cittadini di Severodvinsk, che conta 200 mila abitanti, di un balzo nelle radiazioni gamma per via dell’esplosione. I livelli di radioattività sarebbero tornati nella norma due ore e mezza dopo l’esplosione. Greenpeace fornisce un bilancio ancora più tragico: secondo la NGO olandese le radiazioni sono venti volte più alte del normale, con conseguenze disastrose per l’ambiente e la popolazione.

Dagli Stati Uniti arriva il rimprovero di Trump: “Noi abbiamo una tecnologia simile, anche se più avanzata. L’esplosione ‘Skyfall’ russa ha creato preoccupazione per la qualità dell’aria vicino all’impianto e molto più in là. Non è un bene!”, scrive il Presidente USA su Twitter.

In Russia non si parla dell’incidente nucleare

La notizia dell’incidente è arrivata in Russia e sui media internazionali solo cinque giorni dopo l’avvenimento. “Quello che abbiamo visto negli ultimi cinque giorni”, scrive il corrispondente Al Jazeera da Mosca Step Vaessen, “è che notizie e report da autorità diverse si contraddicono, quindi non sappiamo esattamente che cosa stia succedendo”.

“Non è chiaro”, aggiunge Vaessen, “che tipo di test si faranno, ma sta già succedendo ora. Secondo le agenzie, ci vorranno tre giorni prima che si sappiano i risultati”.

Secondo alcuni esperti, l’esplosione potrebbe essere collegata al missile nucleare 9M730 Burevestnik, anche noto come SSC-X-9 Skyfall. Il portavoce del Cremlino Dmitry Peskov ha però negato la possibilità affermando che la ricerca russa “sorpassa significativamente i livelli raggiunti da altri paesi, ed è unica nel suo genere”.

Rispondi