Home In Sudafrica Reserve Bank verso una nazionalizzazione “responsabile”

Reserve Bank verso una nazionalizzazione “responsabile”

12
0
Ace Magashule
Ace Magashule. Fonte: Twitter.

L’ANC proseguirà con la nazionalizzazione della South African Reserve Bank (SARB). Lo ha annunciato il Segretario Generale del partito Ace Magashule, che ha affermato martedì: “la nostra posizione sulla nazionalizzazione della Reserve Bank non è cambiata. Se si parla della sovranità della banca, che appartiene al popolo, è la stessa cosa”.

La nazionalizzazione, ha affermato Magashhule, “avverrà in maniera responsabile”.

A rafforzare l’affermazione del Segretario Generale dell’ANC, il suo vice Jessie Duarte ha spiegato: “La nostra volonta è che la Reserve Bank sia nelle mani del popolo sudafricano e allo stesso tempo dobbiamo accettare che il mandato della Reserve Bank, in virtù della propria indipendenza, non cambierà, perchè non può cambiare in base a chi sono i suoi azionisti. Il mandato della Reserve Bank continuerà ad essere un aspetto da consultare di volta in volta con il governo”.

Obiettivo della privatizzazione sarebbe aggiungere strategie di sviluppo sociale agli interessi finanziari della banca. Oltre a combattere l’inflazione, dunque, la banca dovrà occuparsi di temi come sviluppo economico inclusivo e impiego.

L’affermazione di Magashule contraddice quanto affermato il mese scorso dal Presidente Cyril Ramaphosa, che aveva affermato: “È nostro desiderio che la South African Reserve Bank sia statalizzata. Sfortunatamente, riconosciamo che ciò ha un costo, che data la nostra situazione economica e fiscale attuale non è semplicemente prudente”.

Ramaphosa aveva aggiunto: “Gli ufficiali hanno visto le recenti rimostranze del pubblico sul mandato della South African Reserve Bank come controproducenti, poichè mitigavano e indebolivano la confidenza dei cittadini e degli investitori”.

Rispondi